24/09/2021
Museo Albertina, Vienna, rivista online, Monstra online

ALBERTINA e Google celebrano oggi i 550 anni di Albrecht Dürer

Mostra online con 21 opere dell’ALBERTINA su Google Arts & Culture


Vienna (OTS) – Il pittore Albrecht Dürer, nato a Norimberga nel 1471, è considerato uno dei più importanti rappresentanti del Rinascimento. In occasione del 550° anniversario della nascita di Albrecht Dürer, oggi 21 maggio, l’ALBERTINA presenta 21 delle sue opere più importanti della sua collezione in una mostra online su Google Arts & Culture.

La “Lepre campestre” nel Museo Albertina online!

Oltre alle opere iconiche “Lepre campestre” e “Mani che pregano”, sono esposti anche l'”Autoritratto da tredicenne” di Dürer e un’opera particolarmente personale, il disegno ritratto in piccolo formato di Agnes Frey, chiamato da Dürer stesso “la mia Agnes”. Dürer sposò Agnes Frey alla fine del suo viaggio di lavoro nel 1494.

L'”Autoritratto da tredicenne” è la sua prima opera sopravvissuta e anche il primo disegno infantile conosciuto e uno dei primi autoritratti d’artista in assoluto. Secondo l’iscrizione di Dürer, ha disegnato se stesso dopo il suo riflesso nello specchio. La “Lepre campestre” ha esercitato un fascino ininterrotto dalla sua creazione nel 1502 ed è una delle opere più famose di Dürer in tutto il mondo. Le “Mani che pregano” furono realizzate nel 1508 come studio dettagliato per una pala d’altare e sono probabilmente una delle opere d’arte più riprodotte al mondo oggi.

Cita il direttore generale dell’ALBERTINA Klaus Albrecht Schröder:

“Con quasi 140 opere, l’ALBERTINA possiede la collezione di disegni di Albrecht Dürer più importante del mondo. Con la Settimana Dürer, stiamo attirando l’attenzione sull’opera ancora attuale di questo artista pioniere. Anche dopo mezzo millennio, la sua opera non ha perso nulla della sua freschezza, e il suo realismo di rappresentazione finora senza precedenti continua ad affascinarci oggi. Dürer era molto avanti rispetto al suo tempo e anticipava sottilmente l’esattezza scientifica di un Galileo e di un Newton, che si preoccupavano di osservare la natura fino all’ultimo dettaglio e di decifrare le sue connessioni più segrete. L’artista ha lasciato un’eredità unica che Google Arts & Culture mira a rendere digitalmente accessibile a un vasto pubblico”.


Per i viaggi in treno dall’Italia a Vienna o alla Svizzera, prenota semplicemente tutti i viaggi in treno in un unico conto.

Lascia un commento

Cookie Policy